home page home page home page home page
area clinica contributi degli esperti consulenza psicologica risorse di psicologia area riservata chi siamo

 

 

 

 

   

Titolo: -
Derive del narcisismo. Psicoanalisi, psicosi, esistenza

 

Autore: - Sergio De Risio

 

Anno : 2005

 

Pagine: - 136 pagine

 

Casa Editrice: -  

FRANCO ANGELI  

 

Prezzo:   euro 18,00

Presentazione
del volume: Il narcisismo costituisce uno dei concetti cardinali su cui si regge l'intera costruzione della psicoanalisi.
In modo esplicito o implicito nessuna "versione" della concezione psicoanalitica del mondo della mente può fare a meno di farvi ricorso.
Il ruolo che il concetto di narcisismo riveste nella teoria della mente è analogo al ruolo che il concetto di energia riveste in fisica. È una specie di "dato" postulato a partire da una empiria elementare di quegli stessi fenomeni che poi permette di vedere in una luce più specifica e più netta. Partire dal "narcisismo primario" e un po' come partire dal postulato che il punto (.) sia zero dimensionale. Della assunzione del punto zero dimensionale, è conseguenza una concezione dello spazio fisico che si dispiega attraverso dimensioni chiamate geometrie. Della assunzione di un punto d'investimento primariamente narcisistico è conseguenza una concezione dello spazio mentale nei suoi aspetti consci ed inconsci, che getta luce su aspetti più o meno normali della psichicità, come su alcune sue declinazioni decisamente patologiche, responsabili di specifici disturbi.
La psicoanalisi ha fornito numerosi contributi a un chiarimento del ruolo del narcisismo in una serie di condizioni patologiche di rilievo (disturbi narcisistici di personalità, stati psicotici dissociativi, stati deliranti, disturbi dell'umore soprattutto nelle espressioni che attraversano il pensiero in senso megalomanico o, al contrario, di immiserimento). La presenza quasi muta ma consistente dell'investimento narcisistico nella incessante costruzione della cosiddetta "vita quotidiana" è stata complessivamente meno esplorata. Questo libro corrisponde a un tentativo minimale di individuare una "psicopatologia della vita quotidiana" che includa l'esperienza psicotica.
Sergio De Risio è nato a Scerni (CH) nel 1945. È diventato psicoanalista e professore di Psichiatria, ruolo ricoperto prima a Chieti e infine a Roma presso l'Università Cattolica. All'attività clinica e di ricerca appaia un interesse vivo per la letteratura, segnatamente quella espressa in poesia.
Indice:

Il lascito di Freud
L'eredità difficile: l'Infinito, l'Inconscio, il Linguaggio
Una introduzione ai temi del Narcisismo
La relazione narcisistica
Radici biologiche del Narcisismo
La formazione dell'immagine: un caso
Narciso, Edipo, il Linguaggio: il contributo del simbolico alla stabilizzazione dell'immagine
Il contributo della fantasia inconscia agli elementi embrionali dell'immagine
Sentimenti e pensieri di Narciso: la nascita della "coscienza interna"
Socializzazione del Narcisismo
Senso comune: comune insensatezza.

 

   


 

 

ACQUISTA DIRETTAMENTE DALLA CASA EDITRICE

 

-  EDIZIONI FRANCO ANGELI  -

www.francoangeli.it

redazioni@francoangeli.it

 

 

REDAZIONE DI MILANO
Viale Monza 106, 20127 Milano
tel.  02 2837141 (r.a.) -    fax 02 26144793

__________________________________________________

 

 

 

*******             *******

 

area clinica contributi degli esperti consulenza psicologica risorse di psicologia area riservata chi siamo
  © Psicologia Italia 2004 - Tutti i diritti relativi a grafica e contenuti sono riservati.