home page home page home page home page
area clinica contributi degli esperti consulenza psicologica risorse di psicologia area riservata chi siamo

 

 

 

 

   

Titolo: - Tabł: elogio del pudore

 

Autore: - Marta Appiani


CONTRIBUTI: Marcello Cesa-Bianchi

 

Anno di pubblicazione: 2004

 

Pagine: - 496 pagine

 

Casa Editrice: -  

FRANCO ANGELI  

 

Prezzo:   euro 33,00

Presentazione
del volume: Che cos'č un tabł?
Le risposte a questa domanda, che ha interessato in particolare gli antropologi evoluzionisti, si sono rivelate cosģ insufficienti e inconciliabili tra loro da favorire l'ipotesi "difensiva" che sia qualcosa che appartiene al passato, al "primitivo" e si possa descrivere solo in quanto lontano nel tempo e nello spazio.
Per colmare questa lacuna il volume si propone di riprendere una ricerca resa ancora pił necessaria oggi nel momento in cui l'incontro tra culture diverse sempre pił frequente pone il problema della traduzione di linguaggi differenti: non si puņ operare nessuna "traduzione" prima di avere capito quale significato attribuire alle forme restrittive, ai misteriosi e pur attuali tabł sui quali si fonda ogni formazione simbolica culturalmente differenziata.
Un ulteriore contributo, di fondamentale importanza, che viene qui proposto riguarda la distinzione tra i tabł che ancora mantengono una carica vitale, che ancora vivono tra noi, da quelli che hanno ridotto la loro funzione al solo controllo autoritario dei comportamenti umani. In questo senso, la psicoanalisi - dal cui orientamento č partita l'autrice - ha molto da dire, purché sia disposta ad aprirsi a discipline quali l'antropologia, la linguistica e l'etologia rompendo i tabł che ancora impediscono un dialogo produttivo. Tali discipline sono tutte implicate nell'interpretazione del cosiddetto "tabł dell'incesto" che, da un lato costituisce il fondamento di ogni cultura e dall'altro, in quanto codice etnico, č responsabile in ogni soggetto dell'origine del senso del pudore e della sua trasmissione da una generazione all'altra, definendosi quindi come tabł universalmente valido.
Questa vera e propria monografia sul tabł, unico recente studio esaustivo sull'argomento, si rivolge non solo a studenti e studiosi, ma anche a tutti coloro che sono interessati a capire come e perché, nelle relazioni di reciprocitą, la sensibilitą umana costituisca un elemento cosģ determinante.
Marta Appiani vive e lavora a Milano; č glottologa, psicologa e psicoterapeuta ad orientamento psicoanalitico. Dagli anni di lavoro sul territorio, a contatto con le realtą pił diverse, ha tratto l'interesse per la quotidianitą delle relazioni umane, terreno della formazione dei processi sociali esaminati criticamente. Č autrice di numerosi articoli apparsi su riviste specializzate.
Indice:

Marcello Cesa-Bianchi, Prefazione
Introduzione
Parte I. Il tabł prima di Freud
Il tabł di Cook
La nascita della disciplina antropologica
La concezione del tabł presso gli antropologi evoluzionisti
(Frazer: il tabł come "venerabile buffonata" del primitivo; Smith: il tabł come vuota sopravvivenza del passato; Marett: il tabł come stimolo sociale all'immaginazione)
Parte II. Il tabł e la psicoanalisi
Introduzione
Totem e tabł: i quattro saggi
(L'orrore dell'incesto; Il tabł e l'ambivalenza emotiva; Ancora su Il tabł e l'ambivalenza emotiva; Animismo, magia e onnipotenza dei pensieri; Il ritorno del totemismo nei bambini)
Il complesso di Edipo e la sua validitą
(Minaccia di castrazione e riti di passaggio; La tragedia greca; L'orrore: una reazione umana universale; Stravinskij e l'Oedipus rex; Il perturbante e l'incertezza intellettuale riguardo alla propria sorte)
Il tabł della verginitą e la prospettiva relazionale
(Il tabł come inconscia percezione del pericolo costituito dal desiderio femminile; La teoria dell'appoggio della sessualitą alle funzioni di autoconservazione)
Il periodo pre-edipico e la costituzione dell'Io
(L'importanza dello sguardo; Laplanche e il verdetto kafkiano)
L'oggetto transazionale e il feticcio psicotico: due modalitą opposte di reintegrazione di sé
Il pudore
La curiositą infantile
Parte III. Il tabł come fondamento della cultura
Introduzione
Durkheim: la possibilitą di sublimare l'effervescenza del gruppo attraverso l'interdetto
Radcliffe-Brown: valore del rito e valore dell'ansia
Lévi-Strauss: l'esogamia come apertura alla simbolizzazione
Steiner e Douglas: il pericolo del disordine concettuale
Parte IV. Il luogo dell'irrapresentabile
Il processo di soggettivizzazione
Il tabł e la sublimazione
Il tabł e la fobia infantile
Il tabł linguistico
Il motto di spirito: giocare con il phņbos
Conclusione


 

   


 

 

ACQUISTA DIRETTAMENTE DALLA CASA EDITRICE

 

-  EDIZIONI FRANCO ANGELI  -

www.francoangeli.it

redazioni@francoangeli.it

 

 

REDAZIONE DI MILANO
Viale Monza 106, 20127 Milano
tel.  02 2837141 (r.a.) -    fax 02 26144793

__________________________________________________

 

 

 

*******             *******

 

area clinica contributi degli esperti consulenza psicologica risorse di psicologia area riservata chi siamo
  © Psicologia Italia 2004 - Tutti i diritti relativi a grafica e contenuti sono riservati.